dsa

Che cos'è l'implantologia dentale

L'implantologia dentale consiste nell'inserimento nell'osso mascellare o mandibolare (privo di uno o più denti naturali) di pilastri artificiali che, una volta integrati nell'osso stesso, potranno supportare uno o più denti artificiali idonei a svolgere appieno la loro funzione.

L' implantologia dentale dei nostri giorni corona il sogno comune dei dentisti e dei pazienti: ripristinare i denti perduti in modo pressochè analogo a quello naturale, senza più ricorrere a fastidiose protesi rimovibili (cosiddette protesi mobili, conosciute come dentiere o scheletrati) e a protesi fissate ai denti vicini a quelli persi con parziale demolizione (monconizzazione) di questi ultimi ad uso di pilastri (i cosiddetti ponti), ormai considerate vecchie tecniche della odontoiatria.

Oggigiorno, grazie all'implantologia dentale, riusciamo quasi sempre a realizzare delle protesi fisse che possono uguagliare per funzionalità estetica e durata, i denti naturali. Secondo studi più recenti, gli impianti praticati da un implantologo esperto, possono raggiungere altissime percentuali di successo a lungo termine che raggiungono anche il 95% dopo 10 anni.

Grazie alle nuove tecnologie, negli ultimi anni l'implantologia si è evoluta enormemente. A partire da nuovi esami diagnostici come:

  • La Tomografia Computerizzata (TC)

a nuove tecniche chirurgiche come:

  • l'Implantologia Computer Assistita
  • gli impianti a carico immediato
  • gli impianti post-estrattivi
  • la tecnica All on Four

una serie di moderni protocolli clinici sono stati messi a punto per aumentare sempre di più la sicurezza e il comfort dei pazienti.